Tu sei qui

Chio

Linea: 
anima
Download: 

Chio

classificazione

Cannonau di Sardegna DOC Riserva.

uve

Cannonau 100%
Chio, in onore alla splendida isola greca abitata da Enopione, figlio di Bacco.

Il Cannonau

Il più famoso dei vitigni rossi sardi esiste nell’ isola dal XI V sec. A. C. Dotato di grande capacità di adattamento alle diverse condizioni pedoclimatiche, dona vini dalle differenti caratteristiche, legate soprattutto al terreno. Di vigoria medio-elevata e grappolo serrato di media grandezza, è soggetto alla colatura dei fiori e degli acini. L’acino presenta una buccia sottile di colore nero-violaceo. La bassa resistenza alle crittogame lo rende molto sensibile all’oidio e alla peronospora. La maturazione del frutto avviene nella terza- quarta decade di settembre.

in degustazione

Di colore rosso scuro, luminoso e intenso con riflessi violacei che diventano granata con il tempo. Profumi di frutti rossi maturi, tra i quali si distinguono ciliegia e mora, ma anche fior i come viola e rosa appassita ed erbe aromatiche. In bocca rivela subito il carattere di un vino strutturato ma senza spigoli, vellutato e complesso, con buona progress ione aromatica. Gli aromi progrediscono con note balsamiche, di cacao e tabacco; i tannini ben integrati e l’acidità bilanciata accompagnano il vino nel finale persistente.
Grado alcolico 14,5% vol.
Temperatura di servizio 16-18° C.

si beve bene con...

È un cannonau di stoffa e carattere, complesso. Per questo motivo si apprezza al meglio con la cucina dai sapori intensi, con piatti strutturati e speziati, dalle paste di semola condite con carni suine e ovine a quelle ripiene di farce con formaggi saporiti e ragout, ai risotti di selvaggina. Le carni più saporite e grasse, arrosto o in umido lo valorizzano. Ottimo compagno di formaggi stagionati ovini e vaccini.

I VIGNETI DI CHIO

Vigneti di collina nella zona circostante Mogoro. I terreni sono calcareo-argillosi, di buona struttura e profondità. Il clima è mediterraneo con inverni miti ed estati calde, mitigate dal vento salino di maestrale. Precipitazioni medie annuali 400mm. La vendemmia avviene tra l’ultima decade di settembre e la prima decade di ottobre. La resa per ettaro è di 60/70q.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO

La vinificazione avviene con una macerazione fermentativa di circa 15 giorni alla temperatura di 26-28°C. Rimontaggi e délestage ripetuti assicurano una buona estrazione delle componenti aromatiche e coloranti. Dopo la fermentazione e una breve sosta in acciaio, il Chio passa circa 12 mesi in barrique francesi, tonneaux di rovere francese da 500 litri e in botti di castagno da 15hl. Affina successivamente per 10 mesi in acciaio e 2 mesi in bottiglia.

IMBOTTIGLIAMENTO ED EVOLUZIONE

Sterile sotto pressione di azoto. È vino di grande complessità e corpo; di splendida beva sin dalla commercializzazione, acquisisce note aromatiche di grande fascino con il tempo. Da 3 a 6 anni, in condizioni di conservazione ottimali.