Tu sei qui

Moscato

Moscato

I "Moscati" costituiscono un gruppo di vitigni particolarmente numeroso, tra i più conosciuti, di cui si hanno già tracce e citazioni in antichi documenti.

La loro terra di origine è, molto probabilmente, la Grecia, già famosa nell'antichità per la produzione di vini dolci e aromatici.

I Greci esportarono questo vitigno nelle loro colonie mediterranee, tra cui l'Italia meridionale, la Magna Grecia; da qui si diffuse nel centro Italia etrusco e romano.

Si ipotizza che il Moscato possa essere stato addirittura il progenitore di tutte le uve, forse il primo vitigno ad essere coltivato.

È comunque certo che, nel corso dei secoli, si sia determinata una considerevole quantità di incroci e differenziazioni.

Hanno così avuto origine nuove linee genetiche, che hanno dato luogo a varietà vere e proprie: Moscato bianco, Moscato giallo, Moscato rosa, Moscato nero, Moscato di Alessandria e altri ancora.

Presenta un grappolo generalmente piccolo, l'acino è sferico e di media dimensione, dà un elevato contenuto zuccherino mantenendo un buon equilibrio acido. Il succo ha un sapore intenso e delicato, tipico della varietà.

È uno dei vitigni aromatici per eccellenza.

vitigni image: