Tu sei qui

nuraghe cuccurada

Il Nuraghe Cuccurada

Il nuraghe Cuccurada è un particolarissimo "nuraghe polilobato" che sconvolge i consueti canoni architettonici nuragici. È composto sicuramente da un nuraghe a corridoio, rivisto e riadattato in una fase più tarda. Pur essendo ancora in gran parte da scavare, mostra già in pianta e in alzato una complessità architettonica di notevolissimo interesse.

È dotato, infatti, di un ampio cortile correlato di strutture addossate d'accesso al nuraghe stesso. La struttura è dotata di sale voltate a tholos e di corridoi, ma presenta sale senza rastremazione, sormontate da lastroni di chiusura. Il polilobato,sicuramente il risultato dell'unione di due nuraghi con stile architettonico differente, chiamati "Cuccurada A" e "Cuccurada B", consta in cinque torri delle quali quella di sud-est presenta carenze strutturali, dovute probabilmente ad un periodo di transazione architettonica.

Allo stato attuale mostra quattro livelli distinti di sopraelevazione che lo rendono uno dei monumenti più belli dell'isola. Il terzo livello di alzato mostra una sala voltata a tholos, con annessa ad una nicchia una vasca basaltica.

La sua struttura unica nel suo genere (tra i monumenti scavati finora) lo rende affascinante e al tempo stesso imponente, e lo scavo ha reso reperti di notevole interesse storico, a partire dal pre-nuragico fino al cristianesimo.

È stata riportata alla luce infatti un'antichissima muraglia pre-nuragica, e un deposito di monete del periodo punico/romano, situato in una nicchia dell'ingresso all' ampio cortile, teste caprine (propie di culti pagani), lucerne con il candelabro ebraico a sette bracci, e lucerne paleocristiane con simbolo di Cristo.

Questo nuraghe rimette in discussione (come il Lugherras di Paulilatino) le teoria della funzione di fortezza dei nuraghi.